10 Anni

Giornata intensa. Mattinata col pupo che ci ha fatto un po’ impazziere e pomeriggio dedicato a mio padre che proprio non sta’ bene.
Per fortuna ceniamo con una coppia di amici, di quelli speciali, che anche loro hanno avuto un bimbo e ci regalano preziosi consigli.

Insomma arrivo ora a fare un giro tra i blog e a leggere la posta e scopro che INTER.IT compie 10 anni proprio oggi.

Io non sono mai stato un tifoso ma all’inter ho dedicato per lavoro tante risorse negli anni. All’inizio, entusiasta, passavo molte delle mie notti online a scrivere righe di perl o a leggere i file di log. Non era raro che in piena notte mi ritrovassi a scambiare due battute col Corra sull’allora unico server.

La passione per questo lavoro è rimasta ma un po’ alla volta mi sono disaffezionato, principalmente per colpa dei vari illuminati che si sono susseguiti. [E qui censuro un paio di paragrafi]

Comunque… grazie al Jamo per la notizia sul sito (anche se la proposta originale era sicuramente meglio… sarebbe interessante sottolineare le parti tagliate).

Ma soprattutto voglio fare gli auguri al Corra e al Jamo ed estendere i miei ringraziamenti a tutto il Weblab (incluso l’ormai fisso ospite inglese) perché sono un team eccezionale e sono l’unico vero motivo percui, nonostante tutto, vado volentieri in ufficio.

CoeXisT

Gli U2 mi sono sempre piaciuti pur non essendone mai stato un fan accanito. Negli anni ho avuto modo di conoscerli un po’ e di apprezzarne la musica (The Edge) e l’impegno e il carisma (Bono).

Il concerto di ieri sera però mi ha veramente stupito positivamente. Prima di tutto per la qualità audio eccezionale: una dinamica incredibile anche ai volumi più alti. Pochissima distorsione. L’anello debole della catena era il mio orecchio che “schiacciava” un po’ il suono, non abituato a volumi così alti. Non mi era mai capitato… mi piacerebbe avere le specifiche tecniche dell’impianto 🙂

La performance musicale è stata impeccabile. Dal mio punto di vista, un po’ condizionato in quanto musiscita, tutto girava attorno alle chitarre di the Edge. Gli arrangiamenti sono praticamente tutti basati sulle parti di chitarra. The Edge oltre ad aver cambianto una decina di chitarre si è districato anche con tastiere e cori. Tecnicamente non ha proprio nulla di particolare ma la sua grandezza sta’ IMHO nell’aver reinventato la chitarra, nel suo essere più “musicista” in senso lato che chitarrista… forse spinto anche dal fatto di non essere tanto preparato tecnicamente.

Per finire positivi anche palco e scenografie. Tutto mirato a sottolineare la performance musicale e non ad aggiungere *altro* come spesso mi è capitato di vedere in altri live.

coexist-museum-of-the-seam-.gif

Infine apprezzato l’impegno del gruppo stigmatizzato riproponendo il logo “CoeXisT” del polacco Piotr Mlodozeniec (2001).

Per concludere: grande gruppo, grande concerto.

Dischi nuovi…

…sono arrivati 🙂

giacinto:~# df
Filesystem 1K-blocks Used Available Use% Mounted on
/dev/md1 9621752 1205240 7927744 14% /
tmpfs 453164 0 453164 0% /dev/shm
/dev/md0 101018 26767 69035 28% /boot
/dev/md2 19236244 131540 18127556 1% /var
/dev/md3 972280 16428 906460 2% /tmp
/dev/md4 47873120 32828 45408460 1% /opt
/dev/mapper/vg0-data 2929539072 528 2929538544 1% /data

Francesco

E’ nato!!!

Finalmente, oltretermine, all’1.31 di stanotte è nato. Sta’ benone e pesa 3,620Kg.

Il rigetto della direttiva sulla brevettabilita` del software

Riporto di seguito una mail di Carlo Strozzi che spiega in modo sufficientemente esauriente cosa è successo a Strasburgo il 6 luglio. Segue anche il comunicato stampa ufficiale di FFII.

Ai sigg.ri soci di Italian Linux Society

In qualità di membro dell’Associazione, ed in particolare di persona incaricata dal Consiglio Direttivo di rappresentare ILS in merito alla nota questione della Direttiva Europea sulla brevettabilità del Software, ritengo doveroso informare i soci in merito all’esito di questa annosa vicenda.
Continue reading “Il rigetto della direttiva sulla brevettabilita` del software”