Fonts per OO su OSX

OSX (Tiger): per installare i font di sistema in openoffice:

prerequisito è installare fondu (apt-get install fondu, con fink)

# cd "/Applications/OpenOffice.org 2.0.app/Contents/openoffice.org2.0/share/fonts/truetype"
# /sw/bin/fondu /Library/Fonts/*

facile 🙂

MPIO

Questa settimana ho dovuto skillarmi un po’ sulle soluzione multipath per linux. Tipico esempio: cluster basato su uno storage in fibra, con doppio controller, al quale arrivano 2 fibre da ogni macchina, una per controller ovviamente, per garantire l’HA.

La soluzione più semplice è delegare il tutto ai driver degli host adapter (spesso le qlogic) che, di fatto, rendono del tutto trasparente il multipath al sistema operativo.

Questa soluzione è pero da alcuni produttori sconsigliata e subentra quindi la problematica di gestire il tutto a livello più alto. Con i kernel 2.4 se non ricordo male la soluzione più adottata anche dai prodotti commerciali di cluster era l’uso dei device multipath md. Visto che era troppo semplice con il 2.6 la situazione si è incasinata parecchio con l’uso del device-mapper (con target multipath) e un daemon in user space che permette di monitorare lo stato dei path e di aggiornare prontamente i path da usare. Quest’ultima soluzione è quella, ad esempio, consigliata e supportata da SuSE.

BTW, sempre per questo lavoretto ho dovuto installare la SLES9. Quando è nata SuSE l’avevo messa un po’ da parte per la polemica sulle licenze proprietarie di parte dei tool… d’altra parte ho sempre ammirato molto il fatto che pagassero bravi hacker come Arcangeli per sviluppare il kernel. Poi è arrivata Novell…

Boh… devo dire che l’impatto visivo è notevole. L’installer è veramente notevole e in fase di installazione si possono definire file system cifrati, EVMS o, ad esempio, un CA e autenticazione su LDAP. Poi il frame buffer senza l’output durante il boot… molto markettaro…

Premesso che mi piacerebbe vivere di sola Debian mi sono reso conto che ho perso un po’ lo stato dell’arte delle altre distro… dovrò dedicare un po’ di tempo ad aggiornarmi, almeno su quelle che i clienti ossessionati dalle certificationi sono disposti a pagare salate.

Snapshot

Giornata persa a sistema xorg dopo un dist-upgrade… sia la versione 6.9.0 in unstable e testing, sia la 7 in experimental non funzionano con il driver della matrox…

per la prima volta ho dovuto far ricorso al snapshot.debian.org… fantastico, sono riuscito a ripristinare l’ormaio obsoleta ma funzionante 6.8.2

(… burp, mi accorgo solo ora che è venerdi 17… mah…)

Costruire

Sono rimasto affascinato dal testo del pezzo “Costruire” di Niccolò Fabi… sicuramente la sua intenzione era esistenzialista o al più letteraria ma un ingegnere come il sottoscritto non può non identificarcisi…

Chiudi gli occhi
immagina una gioia
molto probabilmente
penseresti a una partenza

ah si vivesse solo di inizi
di eccitazioni da prima volta
quando tutto ti sorprende e
nulla ti appartiene ancora

penseresti all’odore di un libro nuovo
a quello di vernice fresca
a un regalo da scartare
al giorno prima della festa

al 21 marzo al primo abbraccio
a una matita intera la primavera
alla paura del debutto
al tremore dell’esordio
ma tra la partenza e il traguardo

nel mezzo c’è tutto il resto
e tutto il resto è giorno dopo giorno
e giorno dopo giorno è
silenziosamente costruire
e costruire è potere e sapere
rinunciare alla perfezione

ma il finale è di certo più teatrale
così di ogni storia ricordi solo
la sua conclusione

così come l’ultimo bicchiere l’ultima visione
un tramonto solitario l’inchino e poi il sipario
tra l’attesa e il suo compimento
tra il primo tema e il testamento

nel mezzo c’è tutto il resto
e tutto il resto è giorno dopo giorno
e giorno dopo giorno è
silenziosamente costruire
e costruire è sapere e potere
rinunciare alla perfezione

ti stringo le mani
rimani qui
cadrà la neve
a breve

[dedicato a mio papà]