Giornate piene…

… di cose da fare ma nel frattempo sto’ smanettando un po’ sul portatile usando e abusando di parallels. Dopo aver installato Vista ho deciso di provare anche solaris10. In effetti un po’ mi vergono di saper poco/niente di sistemi un*x proprietari ma per fortuna fin’ora sono riuscito a campare con il software libero.

In ogni caso mi sto’ documentando un po’… sto’ leggendo un redbook di ibm su aix e sto’ facendo un po’ di prove su solaris. Incredibile fare il login e trovarsi davanti il CDE… mi è sembrati di tornare ai tempi del poli e del cdcsun.

Sto’ anche cercando di far funzionare parallels su ubuntu dapper. Per riuscire a compilare i moduli bisogna installare i sorgenti del kernel, installare il pacchetto build-essentials e poi, visto che il kernel non l’ho compilato sulla macchina ho anche fatto un make scripts per compilare modpost. Al momento va’ lentissimo, impossibile da usare… sicuramente mi sono perso qualcosa.

Corin

Per uno come me che vive più della metà della sua vita online è difficile pensare che ci siano persone che ancora non hanno lasciato una traccia di se su internet… ma probabilmente è solo questione di tempo.

E infatti qualche giorno fa’ mi scrive il mio amico Google per un alert impostato molto tempo fa’… è stato bello rientrare in contatto e fare due chiacchiere con una vecchia amica… Big Brother ha anche qualche vantaggio.

Vista RC1

Giusto per rimanere un minimo “up-to-date” anche sul versante dei sistemi proprietari ho scaricato la RC1 di Vista. Dopo un po’ di problemi risolti con la build 1898 di Parallels sono finalmente riuscito ad installarla in un virtual machine. Devo ammettere che sono rimasto favorevolmente impressionato finché non ho modificato il workgroup e mi ha obbligato a riavviare… per non parlare del mio primo BSOD durante lo shutdown (ma confido che sia imputabile alla virtualizzazione) :-/

IRL

Con la scusa di salutare il nuovo arrivato mi sono autoinvitato a casa del Corra e con questo sotterfugio sono riuscito a vedere dal vero DIAGONAL. Non ci sono parole per spiegare l’emozione di trovarsi di fronte all’oggetto reale… in particolare dopo che il Corra ce lo così magicamente presentato in un post che ha fatto storia poichè andava ben oltre la limitata concezione di blog personale di molti di noi.

Si riparte

Rientro in volata… n problemi da sistemare giusto per chiarire il fatto che la vacanza è finita.

Per fortuna un ultimo sprazzo di estate con una favolosa bruschettata dagli “zii”. Bruschette molto soffisticate, la mia preferita quella con zucca, pancetta affumiucata e formaggio, abbondantemente (e ribadisco abbondantemente) innaffiate da ottimi vini. Apprezzato in particolare lo “stoppa” dei colli piacentini che aveva accompagnato (anche quella volta in grandi quantità) il mio addio al celibato… grasse risate a ricordare Paolino che ad un certo punto ha istruito il cameriere di portare le bottiglie a due alla volta perché finivano subito e l’indimenticabile performance di Iche sul divano.